“Children Of Di Ghetto” il nuovo video delle: Hi-Shine

 

Le Hi-Shine pubblicano il singolo e video “Children Of Di Ghetto”

Anticipa l’uscita dell’album di debutto “Love is Respect”

 

La band al femminile Hi-Shine pubblica il singolo accompagnato da videoclip Children Of Di Ghetto. Si tratta del secondo anticipo dopo la title track di quello che sarà il disco di debutto Love is Respect, previsto per fine anno.

Mentre il disco sarà principalmente focalizzato sul raggamuffin, questo singolo è caratterizzato da un arrangiamento più roots e caldo. La band infatti spazia tra le tante sfaccettature della reggae music e in Children Of Di Ghetto mantiene un mood intimista, che parla all’anima con forza e delicatezza come solo una Ladies Reggae Band può fare.

L’obiettivo del brano è di sensibilizzare le persone su un argomento importante: “Abbiamo voluto dedicare questo pezzo alle bambine e ai bambini abbandonati nei ghetti del mondo – ha spiegato la band – senza nessuna possibilità di realizzazione personale, senza che nulla possa irrigare il loro futuro per farlo sbocciare”.

Il video è stato diretto da Karim Benhadj e girato a Roma tra l’ex oleificio abbandonato della Magliana, archeologia industriale e murales, e i quartieri popolari del Mandrione e di Torpignattara, cuore  romano di una multiculturalità ancora in divenire. La protagonista è una bambina che attraverso la musica della band  trova uno stimolo per affrontare i suoi problemi coraggiosa e sorridente.

Children Of Di Ghetto è disponibile su tutte le piattaforme digitali, e il video si trova sul canale YouTube della band.


YouTube video

TESTO

• CHILDREN OF DI GHETTO • Parole e melodia La Kontramina • Arrangiamento Hi-Shine

Children of di ghetto of di world dem a sofferin
Cryin cryin everyday me say dem
Children of di ghetto of di world dem a sofferin
Why why ya dan hear dem cry?
So open yar hears an listen up
That voice dem a callin ya
Open yar eyes an look around
More tears dem a watchin ya
So look dem in di war fi survive
Holdin di breath as trainin fi a dive
So look dem cared by hunger an fear
Like small pieces of a wicked gear
Yar indifference hurt more than a knife
So why ya do nat want change yar life
Ya live wastin and destroyin yar land
An in di end nothing ya can keep in di hands
So stop to say tomorrow to change yar day
Stop to say tomorrow and say today
So stop to say tomorrow and start to give
Because just sharin ya can really start to live

• I BAMBINI DEL GHETTO • traduzione in italiano

I bambini del ghetto del mondo stanno soffrendo
Piangendo piangendo ti dico che ogni giorno
I bambini del ghetto del mondo stanno soffrendo
Perché perché tu non senti il loro pianto?
Apri le orecchie e ascolta
Le loro voci che ti stanno chiamando
Apri i tuoi occhi e guardati intorno
Ancora più lacrime ti stanno guardando
Guardali in guerra per sopravvivere
Trattenendo il respiro come sott’acqua
Guardali accuditi solo da fame e paura
Come piccoli pezzi di un ingranaggio malvagio
La tua indifferenza ferisce più di un coltello
E allora perché non vuoi cambiare mentalità?
Tu vivi sprecando e distruggendo la tua terra
Ma alla fine non stringerai niente tra le mani
E allora smetti di dire domani per cambiare i tuoi giorni
Smetti di dire domani e inizia a dire oggi
Smetti di dire domani e inizia a dare
Perché solo nella condivisione tu puoi davvero cominciare a vivere


CREDITI:

Direttore: Karim Benhadj
Direttore della fotografia: Alberto Mantovani
Montaggio: Antonio Canestri
Colorista: Alfredo Lembo
Drone: Federico Martucci
Assistente Camera: Nicola De Pinto
Assistente Camera 2: Annalisa Pirisinu
Un ringraziamento speciale: Carlo Avella
Protagonisti: Simona Segnalini & Hi-Shine Ladies

Prodotto: Hi-Shine & Shiny D
Registrato allo: Shiny D Studio
Mixato: Dario Casillo
Masterizzato: Fra Guadalupi al OM Studio
Rilasciato da: Goodfellas


BIOGRAFIA

 

Hi-Shine Ladies Reggae Band

Le Hi-Shine, formazione composta esclusivamente da donne, si accredita come una delle realtà più interessanti del panorama reggae italiano.
Queste talentuose musiciste, ispirate dalla seminale scena britannica tra cui spiccano già dagli anni ottanta band al femminile di altissimo spessore come le Akabu prodotte da Adrian Sherwood e le loro colleghe Abacush, danno vita ad una formazione nata per stare sui palchi, che si rivela un vero e proprio laboratorio corale su melodie offbeat ed in levare.
La band, accanto ai primi amori del roots e del dub, inserisce nel proprio repertorio una vena raggamuffin cosciente, mostrando così il suo essere perfettamente in sincro con la nuova generazione di singjay che anima oggi Kingston.
Il pezzo forte di questa nuova realtà del reggae è però il variegato corpus di brani 100% originali. La scelta del patwa conferma le ambizioni delle Hi-Shine e ribadisce quel filo immaginario che lega il collettivo con le poche ma straordinarie reggae band al femminile che le hanno precedute.
Dopo traguardi importanti, come il Rototom Sunsplash, e dopo aver condiviso il palco con artiste del calibro di Marcia Griffiths e Sister Nancy, a fine 2020 esce finalmente il loro debutto discografico Love is Respect, anticipato dal singolo Children Of Di Ghetto.

La Kontramina • Voce / Martina Missy Smart Sinacore • Cori / Margherita Rita M Rampelli • Cori / Federica Splen-D Di Santo • Sax / Lucilla InI-T De Montis • Tromba / Francesca Sista Fra Legge • Chitarra / Giulia Etta G Leonardi • Tastiere / Silvia Dread Montesi • Basso e Percussioni / Laura Low Beat Seneca • Batteria


CONTATTI:

Facebook (Clicca qui)
Sito Web (Clicca qui)
YouTube (Clicca qui)
Instagram (Clicca qui)