“Laser Sight” il nuovo video dei: Mellow Mood

 

I friulani Mellow Mood presentano il loro nuovo singolo Laser Sight. Dopo aver chiuso il 2020 con il singolo Mr. Global, che vedeva la partecipazione di Kabaka Pyramid, la band apre il 2021 riportando l’attenzione sul proprio talento compositivo.

Scritto dai gemelli Jacopo e Lorenzo Garzia, il brano promuove un messaggio costruttivo. L’accattivante sapore early-dancehall del ritornello fa da contrappeso ad una base strumentale incentrata su bassline ipnotiche e ritmiche granitiche.

Laser Sight, prodotto da Paolo Baldini e pubblicato da La Tempesta Dub assieme all’etichetta americana Ineffable Records, è disponibile su tutte le piattaforme digitali. Il videoclip del singolo, realizzato da Cristiano Pedrocco per Borotalco, può essere visualizzato sul canale YouTube dei Mellow Mood, forte di oltre 200.000 iscritti.


YouTube video


TESTO:

Mi deh pon target like arrow
Mi medz bright like tomorrow
Sight higher than Kilimanjaro
Well tougher than a buffalo

Them say have faith inna time is only now you a suffer
But as time a pass by it only seem to get rougher
As man mi cyaan cry mi affi gwaan like mi tougher
Cyaan sidung and a bawl out like a broken gutter
Still mi know mi haffi thankful for this little life mi have
Every night before mi sleep mi give thanks to the Most High God
Mi nuh complain mi just behold mi know beauty is in the eyes
The wicked them cyaan trick I, I can read between the lies
Even in the darkest time Jah Jah give I laser sight
And the power to spit fyah with this little voice of mine
Although in tormented seasons, I’m invincible at times
To surrender I have no reason, I don’t see none
Do your eyes?

Mi deh pon target like arrow
Mi medz bright like tomorrow
Sight higher than Kilimanjaro
Well tougher than a buffalo

Buffalo, buffalo, buffalo soldier
Man a nuh fraid a no fear mi chase the duppies from yah
Under the pressure man a put extra amount a wood pon the fyah
When the enemies dem a show up surprise dem with a big laughter
Tell the whole a them seh yhem cyaan do nothing fi break I
All dem mad man thing cyaan do nothing fi break I
2020 bad it cyaan do nothing fi break I
2021 di whole world waan reach far
Well this one goes out to all the ones out deh weh a suffer
All the ones out deh weh believe inna betta option
Dem yah time nuh easy yuh just affi tuff up dawg
Cyaan stop life from flowMemba fi stay inna motion
Pray man a pray the Most High mi a pray fi light
Target pon mi sight, future so bright, another verse fi write
Pon a bassline weh so tight

Mi deh pon target like arrow
Mi medz bright like tomorrow
Sight higher than Kilimanjaro
Well tougher than a buffalo


CREDITI:

Scritto da: Lorenzo Garzia, Jacopo Garzia
Prodotto da: Paolo Baldini presso Alambic Conspiracy Studio di Pordenone PN (ITALIA)
Masterizzato da: Giovanni Versari presso La Maestà Studio di Tredozio FC (ITALIA)
Fotografia di: Mattia Balsamini
Progetto grafico di: Simon Penard-Philippe


DIGITAL STORE: (Clicca qui)


BIOGRAFIA

I Mellow Mood nascono a Pordenone nel 2005. Capitanata dai gemelli Jacopo e Lorenzo Garzia, la reggae band inizia presto una partnership con il produttore Paolo Baldini, che diventerà in seguito loro dubmaster ed architetto sonoro. Il debutto ufficiale avviene nel 2009 quando, senza etichetta, distributore o ufficio stampa, i Mellow Mood pubblicano Move!, un album dalle sonorità roots che intendeva essere un primo affacciarsi sul panorama italiano ma che ha riscosso un inaspettato successo internazionale.

Grazie alla loro intensissima attività live, il Rototom Sunsplash li nomina miglior reggae band italiana e terza a livello europeo nello stesso anno, mentre i due singoli Only You e Dance Inna Babylon ad oggi hanno totalizzato più di cinquanta milioni di visualizzazioni su YouTube. I Mellow Mood tornano quindi in studio con Baldini nel 2012 per registrare Well Well Well, ed entrano a far parte della scuderia de La Tempesta Dischi, importante etichetta indipendente italiana. Il tour europeo che segue li porta ad esibirsi in 12 paesi, calcando i palchi di festival importanti come Rototom Sunsplash e Sziget Festival.

Nel 2013 la band si spoglia definitivamente della sezione fiati e torna ad una line-up più essenziale unendo la riscoperta del roots ai suoni più moderni di derivazione giamaicana. Nel 2014 i Mellow Mood pubblicano Twinz, un album denso di collaborazioni europee (la superstar portoghese Richie Campbell, l’emergente spagnolo Sr. Wilson e gli italiani Forelock e KG Man).

Meno di un anno dopo, Twinz rivela il proprio gemello: 2 The World testimonia l’ulteriore evoluzione del gruppo friulano e vede la partecipazione di numerosi artisti giamaicani (Tanya Stephens, Jah9, Hempress Sativa, The Gideon & Selah). A fine 2015 i Mellow Mood celebrano con un mini-festival itinerante ricco di ospiti internazionali la nascita della loro sub-etichetta La Tempesta Dub, della quale curano la direzione artistica assieme a Paolo Baldini. Dopo aver contribuito alla realizzazione del documentario dello stesso Baldini DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6, i Mellow Mood nel 2016 riprendono il tour e partecipano ad alcuni dei festival più importanti di Europa e Americhe, come il Sierra Nevada World Music Festival (USA), Jamming Festival (Colombia), Siempre Vivo Reggae Festival (Cile), Reggae Sun Ska (Francia) e Rototom Sunsplash (Spagna).

In seguito ad una pausa durata diversi mesi, i Mellow Mood annunciano l’uscita ad aprile 2018 di un nuovo disco, dal titolo Large. Il 30 novembre 2018 esce Large Dub, che raccoglie le dub version del precedente lavoro con Paolo Baldini ai controlli del mixer in qualità di dubmaster.

Nel 2020 partecipano ad una compilation prodotta da Collie Buddz e Johnny Cosmic con il brano Unstoppable, edita dall’etichetta statunitense Ineffable Records con cui avviano una collaborazione che continua nell’attualità e che li ha portati a pubblicare Mr. Global ft. Kabaka Pyramid e Laser Sight.


CONTATTI:

Mellow Mood / Sito Web: (Clicca qui)
Mellow Mood / Facebook: (Clicca qui)
Mellow Mood / Instagram: (Clicca qui)
Mellow Mood / Twitter: (Clicca qui)
Paolo Baldini DubFiles / Facebook: (Clicca qui)