“Raize” il nuovo EP di: Sara Bruxada ft. Berto Smiling Roots

 

“Raize” (Radici), il primo singolo del sodalizio tra Sara Bruxada e Berto Smiling Roots è uscito lo scorso 30 dicembre ed è disponibile in tutti gli stores digitali. “Il pezzo ha preso forma dopo le parole che Berto ha detto a Sara durante una chiacchierata “Mi piace come scrivi. Ti xe più rasta ti de tanti che conosso” (Sei più rasta tu di molti che ho conosciuto).

Radice era la parola che continuava a girarmi per la testa e vivendo in campagna da qualche anno, il resto l’han fatto le passeggiate e i giri in bici tra i campi durante quei periodi di lock down in cui le energie erano quel che erano e la ricarica più grande era uscire e guardarsi intorno. Anche nella triste pianura padana la natura continua a resistere ed esistere nonostante tutto.

È una chiamata alla consapevolezza: se le radici sono sane e affondano in profondità, la pianta è più solida e vigorosa. E quando la tagli… prima o poi riparte.

Il riddim è stato amore al primo ascolto! Il tocco di Berto è qualcosa che mi piace perché sa di tradizione ma è bella fresca. Ha lavorato molti anni a Londra con molti artisti differenti, forse per questo si è preso bene leggendo i miei testi in dialetto, una specie di strana saudade.

Il mix ed il master sono stati curati da Buriman Moa Anbessa che per l’occasione ha prodotto anche la versione dub (vocale e strumentale), entrambe presenti nell’EP , in cui troverete anche il riddim e ovviamente, la versione originale.

“Questa nuova collaborazione è cominciata per quelle connessioni che solo il cosmo sa.

Partiamo dal presupposto che scrivendo in dialetto non sempre è facile entrare nel cuore dei reggae producer, però è successo. Quando mi dicono che l’uso del dialetto è limitante, può anche essere vero per certi versi. Se però penso a cosa capissi io all’epoca dei primi ascolti di Marley, Tosh, Jacob Miller… ma anche degli stessi Pitura Freska, mi vien da ridere. A 12/13 anni, senza internet, prima di capire “Se devento re del pop/ me compro un coffeshop”, ci sono voluti un bel po’ di anni. E di spliff.

Comprendere i testi è questione di curiosità e consapevolezza, cose coltivabili da ognuno di noi, ci vuole solo tempo. E voja!”


TRACKLIST

1. Raize
2. Raize / Dub Vocal (feat. Buriman)
3. Raize / Riddim (feat. Berto Smiling Roots)
4. Raize / Dub Instrumental (feat. Buriman)



DIGITAL STORE: (Spotify) /// (YouTube)


YouTube video

CREDITI:

Voce: Sara Bruxada
Cori: Sara Bruxada, Isma
Testo: Sara Bruxada
Riddim: Berto Smiling Roots
Mix e Mastering: Buri Moa Anbessa
Grafiche e animazioni: Ariele Pirona
Produzione esecutiva: Sara Versolato


BIOGRAFIA

 

Sara Bruxada nasce a Caorle, cresce pochino e si trasferisce a Venezia nel 2003. Durante i 15 anni di permanenza sull’isola prosegue gli studi di percussioni africane collaborando principalmente con i Mamafolì e Jennifer Cabrera Fernandez, la quale riesce pian piano a farle tirar fuori la voce. Fatale fu poi l’incontro con i Freve da Samba e la musica brasiliana che in breve tempo assorbe quasi completamente la sua attenzione portandola in una dimensione musicale totalmente nuova ma soprattutto vastissima.
Ed il reggae? Come per moltissimi veneti della sua generazione, il seme lo mettono i Pitura Freska quando, a 13 anni, assiste ad un loro concerto a Caorle. Solo dopo aver appreso ed assimilato la lingua indigena riesce a comprendere appieno i testi ed a sviluppare quel rapporto con Venezia, la quale, come la mamma, “Co na man la te dà na stiafa e co st’altra la te caressa” (Con una mano ti dà uno schiaffo e con l’altra t’accarezza – Nono Maam).
Durante questi anni pandemici riesce a produrre dei nuovi lavori che seguono le sue prime uscite datate 2019: il singolo Do Acordi (pubblicato anche in vinile con mix e master di Giorgio Giorgis Ciatara) e l’album Bruxaria, realizzati in collaborazione con l’etichetta indipendente Redfishblues e molti amici/colleghi musicisti.
A marzo 2020 esce su YouTube “Le avventura di Zé e Pandeiro”, video-racconto per bambini e non solo, di cui scrive la storia e cura tutta la parte audio: dalla registrazione della voce narrante, alla produzione delle colonne sonore, fino al montaggio finale. Interessante l’episodio ambientato in Jamaica nel quale i protagonisti scoprono la cultura Rasta, il Nyabinghi ed i tamburi tradizionali.
Nel 2021 invece nascono due progetti paralleli: Freve che Bruxa, sodalizio tra i Freve da Samba (Daniele Galletta e Claudio Gucchierato) e Sara Bruxada, dalle sonorità prettamente brasiliane, che ha giá all’attivo due singoli, Hemp Town e Canto para Oxalá, e la nuova combo con Berto Smiling Roots (Roberto Vianello), dove il reggae la fa totalmente da padrone. L’anello di congiunzione rimangono i testi in dialetto veneziano.


CONTATTI:

Sara Bruxada / Facebook: (Clicca qui)
Berto Smiling Roots / Facebook: (Clicca qui)