Reportage del Castlluzz In Reggae 2022

 

Castlluzz in Reggae !! E tu, sei stato al festival ?

“Le emozioni di questa prima edizione di Castlluzz in Reggae,  festival di musica reggae svolto a Castelluccio dei Sauri (FG) il 16 settembre 2022, dalle ore 17 alle 2:30 di notte,  sono indescrivibili.
Solo chi ha vissuto la fase organizzativa e poi lo svolgimento della manifestazione può comprendere la grande energia emersa in Piazza San Giuseppe degli Artigiani.”

Lo dichiara Alessandro Falcone che ha curato la direzione artistica ed esecutiva del Festival.

Il mattino di giorno 16, la piazza, si è svegliata con una pioggia che scendeva ininterrottamente. Un temporale durato fino alle 11 del mattino ha scosso le intenzioni di noi organizzatori, quasi decisi nel voler rinviare la manifestazione.
Ma dopo una serie di riunioni interne si è deciso di proseguire nell’impresa. Decisione saggia che ha portato circa mille persone ad assistere alle esibizioni delle band dal vivo, tenute dalle ore 20 alle ore 1 di notte,  dopo si è proseguito fino alle 2:30 con il Dj nell’aria dedicata per la dance, esterna  al palco.

La scaletta del programma è stata rispettata sin dalle 5 del pomeriggio, apertura del festival dedicata ai bimbi e in seguito dimostrazione di attività sportive.  Il “circo dei fiori” laboratorio artigiano di Jessica Vitulano e Simone Nicastro ha formato piccoli futuri artigiani, tra le costruzioni di manufatti e la floricoltura ha reso un momento della manifestazione molto aperta ai mestieri in via di estinzione.

Dopodiché i bimbi si sono lasciati andare tra i gonfiabili con salti e sorrisi.

In piazza S.Giuseppe trionfava il sole con alternanza di brevi momenti di pioggia, gocce di acqua che non preoccupavano le famiglie e ne tanto meno i bimbi, giunti numerosi per le attività organizzate.

Per i più grandi intanto si svolgevano dimostrazioni di Pilates tenuti dal ASD Performance.

Alle 19 inizia la musica con il Dj “Tuff we Tuff” produttore foggiano di musica reggae. Ed è proprio in quel preciso istante che le nuvole si sono arrese, lasciando libera la piazza, colpite dall’estrema evidenza che tutte le persone e bimbi arrivati per la manifestazione non lasceranno la piazza,  inizia la grande festa senza più una sola nube. “Tuff we Tuff” concluderà la manifestazione con la sua selezione di musica dopo i concerti live.

La presentazione degli artisti del festival è stata seguita sul palco da Alessandro Bucci (Ciko) con il supporto del sottoscritto tra gli interventi con il pubblico e con gli artisti stessi. E stato emozionante vedere tra il pubblico, non solo ragazzi ma anche persone adulte, nonni, bimbi e inoltre, vedere mia madre (Nunzia) in prima file con le amiche è stato molto bello, la prossima volta gli fornirò delle bandiere della Giamaica da poter sventolare.

I ritmi africani dei Balakulandian aprono la sessione dei concerti dal vivo,  i loro canti omaggiano la nascita del festival.

Prosegue la manifestazione con i Deep Radics,  band tributo a Bob Marley,  le melodie dei ritmo in levare per la prima volta suonate in piazza.

Alle 22:00 è la volta di Hekima meets Radication Band, arrivati da Bari con la loro musica e testi originali, presentano il loro nuovo album di inediti .

Alle 23:00 la grande emozione,  una sorpresa, un video messaggio proiettato sullo schermo della piazza, Elan Atias (cantante dei The Wailers, dal 1997 al 2010, storica band di Bob Marley) ha voluto omaggiare con la sua presenza il primo reggae festival della capitanata, saluta la Puglia e dedica due minuti di canzone con voce e chitarra a Pia Di Flumeri, scomparsa tragicamente a Luglio, concittadina di Castelluccio dei Sauri. Il Festival è stato organizzato anche in sua memoria.

Si continua con la strepitosa esibizione di Samen Mi Casa, nuovo artista dal Gargano che sta vincendo diversi concorsi canori.

Concludiamo i live del festival verso le 24:30 con un veterano della musica reggae di capitanata, Peppe Legend, musicista e contattante che da oltre 20 anni rappresenta la scena reggae nata negli anni 90 a Foggia.

Entrambi accompagnati con le basi dal Dj “Matteo Lu Reggae”.

Infine, alle 2:30 di notte dopo aver ballato tutti insieme nella zona reggaedance si conclude definitivamente il primo reggae festival di Castelluccio dei Sauri.

Un primo festival ricco di musica, messaggi e prodotti enogastronomici del territorio.

L’augurio degli organizzatori del festival dichiarato nel saluto conclusivo della manifestazione è stato quello che il prossimo anno;  “si vorrà vedere ancor più gente con energie positive per vivere tutti insieme un’esperienza di benessere collettiva”.

(Reportage curato da: Alessandro Falcone)


YouTube video

FEEDBACK DEGLI ARTISTI PRESENTI

Alessandro Bucci (Ciko): Un esperienza molto bella come presentatore del festival sul palco, inoltre ho avuto la possibilità di rivedere vecchi amici (musicisti) e di conoscere nuovi artisti. Castelluccio ha aperto una nuova porta dove potrà far entrare cultura, esperienze e persone che appartengono al mondo e sonorità della musica reggae. Ma soprattutto, vorrei sottolineare una mia personale sensazione e cioè: “in molte occasioni della vita, da una piccola esperienza possono nascere grandi progetti, in questa occasione e in questo festival posso affermare di aver fissato nella mia mente un grande ricordo, un emozione che mi fa prospettare la nascita di grandi cose”.

Jessica Vitulano (Il circo dei fiori): Organizzazione impeccabile, bellissima energia, bravissimi artisti. È stato stupendo vedere come tutto il paese ha reagito bene alla manifestazione, sono stati tutti accoglienti sia le persone tra il pubblico che gli organizzatori stessi. Non vediamo l’ora che arrivi il prossimo anno per poter partecipare nuovamente con le nostre attività con i bimbi, vederli giocare con la terra piantando fiori e stato fantastico. Li abbiamo riportati ai giochi semplici facendogli scoprire cose nuove. Il prossimo anno sarà ancor più divertente.

Gianluca Immarino (Balakulandian): Organizzazione molto professionale, come prima edizione è stata strutturata molto bene, staff e colleghi musicisti molto disponibili e affabili. Il clima che si percepiva era come se fossimo una grande famiglia e amici da sempre, la gente in piazza sorridente e divertita. L’impianto sonoro è stato impeccabile malgrado il maltempo che ogni tanto ci faceva temere il peggio, tutti i tecnici molto professionali e gentili. Enogastronomia del territorio, top !! Insomma, sul serio si è vissuto la “positive vibes” !!!

Nicola Scagliozzi (Deep Radics): È stato un sogno dal primo all’ultimo momento! Dalla prima chiamata ricevuta da Alessandro, mi è sembrato di vedere un desiderio grande realizzarsi e crescere giorno per giorno! Guardare tutte le generazioni assieme, dagli anziani ai bambini in quella piazzetta che sembrava tagliata ad hoc per accogliere il tutto è stato bellissimo. ..e i volti felicissimi degli organizzatori, dei cittadini di Castelluccio dei Sauri e di tutti i partecipanti ci riempiva il cuore di ogni bene! Speriamo davvero questo appuntamento possa ripetersi e crescere ogni anno! Grazie a chi ha permesso la realizzazione di tutto ciò!

Hekima meets Radicationband : L accoglienza al castlluzz in reggae festival è stata unica, dai promoter alla gente sotto il palco, attenta e danzante. Non è così scontato, ma è importante ricevere una buona vibra dalla gente, che ci prepara per una performance ottimale, ancor meno scontato incontrare promoter gentili, felici e propositivi per la riuscita di questo festival, quindi che dire; lunga vita al castlluzz in reggae festival !!!

Samen Mi Casa : Castlluzz in Reggae. Un festival che ha dell’incredibile. Non lo dico perché ho partecipato ma semplicemente perché è talmente tangibile la passione e l’impegno dell’organizzazione che meritano davvero il massimo rispetto. Ho conosciuto di persona gli artefici dell’evento. Persone che amano il proprio territorio e le loro usanze. Castlluzz merita rispetto ed è entrata a far parte delle mie tappe preferite. La cosa che mi ha colpito molto, oltre all’organizzazione, è la fantastica gente che vi era in questo evento. Non ho mai visto una partecipazione così assidua come a Castelluccio dei Sauri. Porto nel cuore questa tappa, la sua gente e i suoi organizzatori che mi hanno permesso di visitare questa fantastica realtà. Castlluzz in Reggae ha il mio pieno rispetto!!

Peppe Legend: Ci tenevo a ringraziare Alessandro e tutti coloro che hanno portato l’attenzione e fiducia su tutti noi artisti. La progettazione di questo evento “Castlluzz in Reggae” è un passo importante per una manifestazione Reggae “nostrana”. Un progetto unico e originale per il nostro territorio dove si recepisce una grande passione, una manifestazione che contribuisce allo sviluppo e alla crescita di uno stile musicale prolifico e creativo che, sempre di più, è parte del pensiero culturale e artistico del nostro Paese.

Tuff we Tuff: Bella esperienza questa prima edizione del festival “castlluzz in reggae” , good vibes, buon cibo e grandi sorrisi. Ottimo posto all’aperto per proporre eventi anche un futuro !! Ho conosciuto i ragazzi del luogo e mi sono divertito con loro, sono anche ritornato nei giorni successivi per vivere ancora altri sorrisi e buona musica nei locali del paese.


INFO:

Pagina Facebook: (Clicca qui)
Pagina Instagram: (Clicca qui)