BantuStan Corporation – Split Riddim

BantuStan Corporation

Split Riddim – 2010

FREE DOWNLOAD
http://www.jamendo.com/en/artist/370189/bantustan-corporation

BantuStan Corporation – Split Riddim – 2010

Tracklist:

1. Ras Leon ft. Malcom – Heatens Bow

2. Luca Dread – Pretty Baby

3. Davide Di Lecce – What A Sweet

4. Ras Santo – We Want Go Astray

5. Ras Marco – Cool Me Jah

6. Micky Souljahr – Smoke Di Herb

7. Split Riddim Dubstep RMX

FREE DOWNLOAD
http://www.jamendo.com/en/artist/370189/bantustan-corporation  

Rasta Community Vol. II

 

Finalmente la replica, finalmente un seguito ad una dei progetti più interessanti e attuali degli ultimi anni. È disponibile, da subito, il Vol. II di Rasta Community, Split Riddim a nome, ancora una volta, della Bantustan Corporation. A prova dell’attenzione suscitata dal primo volume, datato 2008, oggi c’è il supporto della One Love, nota etichetta italiana, ma non solo, perché a contribuire all’ultimazione e ottimizzazione del disco compare un nome altrettanto noto, quello di Madaski!

Alessandro Falcone e Gianluca Ferrara rimangono le menti dietro un progetto nato come sfogo agli impulsi creativi che scaturiscono dalle terre di confine del Sud Italia (precisamente dalla terra di Capitanata) e che, oltre le apparenze, ha un passato lontano e guarda senza timori al futuro. Un album fresco, moderno, frutto di un’autoproduzione che dà nuova linfa alla tradizione, attraverso l’integrazione, di esperienze, di pulsioni, beat e sonorità.

Se il primo volume si prestava come contributo alla musica made in Puglia, con Foggia come epicentro ideale e artisti che nel corso degli anni passati erano riusciti a farsi valere in ambito nazionale, il lavoro odierno si pone come un ampliamento della visuale, col fine di concedere spazio ad artisti della più disparata provenienza: questa volta un solo artista foggiano, poi talenti nuovi da Pescara, Roma, Brindisi e persino dalla Giamaica (Ras Leon – in Italia già da alcuni anni). Si concreta, così, il desiderio di approfondire nuove collaborazioni, nello spirito che contraddistingue la Bantustan che, nella ricerca di nuove sonorità oltre lo standard reggae, si concentra sul viaggio comune che, di volta in volta, intraprendono gli interpreti che si avvicendano traendo ispirazione dai beat creati da Alessandro e Gianluca, arrangiatori anche del prodotto finale.

 

I titolari del progetto non dimenticano la propria terra natia, a dimostrarlo c’è la piena immedesimazione nella rappresentatività di un nome, Bantustan Corporation (Bantu=popolo; Stan=terra), in cui convivono il senso di appartenenza al proprio territorio e il desiderio di rivendicazione delle proprie origini, un bagaglio genetico da valorizzare. Una lunga gavetta contraddistingue il passato di Falcone e Ferrara, che hanno abbracciato tutte le contraddizioni del vissuto tipico del Sud, in cui lo stato di abbandono acuisce la percezione di una marginalità pari a quella che sente l’abitante di una riserva, e che ancora oggi portano orgogliosamente come biglietto da visita. Il loro curriculum è impreziosito, in particolare, dalla fondamentale esperienza nei Dread Ina Babylon, reggae band pugliese conosciuta nel circuito nazionale ed attiva tra la fine del secolo scorso e il 2005. Schegge di questo passato si sentono ancora nella musica di oggi, rinnovata da un approccio nuovo negli arrangiamenti, lontani da tutto ciò che si sente nei circuiti più commerciali e, quindi, per definizione, maggiormente conservatori.

La Bantustan Corporation sperimenta soluzioni inedite attraverso l’interazione di più persone e in ambiti differenti, proponendosi di incentivare le giovani leve con l’ausilio dei propri mezzi: a tutti gli effetti indipendenti nella produzione artistica ed esecutiva, è in grado, oggi, di offrire garanzie in ogni campo della promozione, della realizzazione musicale, grafica e video, e nel campo della comunicazione.